Valorizzazione della cucina Italiana secondo lo chef Giancarlo D’Auria

Ciò che per lo chef e responsabile di catering Giancarlo D’Auria è fondamentale e che gli stà particolarmente a cuore sin dalle prime esperienze nel campo della gastronomia professionale, è la divulgazione all’interno delle semplici e modeste cucine degli Italiani, di piatti raffinati e prelibati, caratterizzati da sapori straordinari ed intensi legati tra loro con sapienti associazioni enogastronomiche.

Introciamo questi capitoli di questo blog dedicato alle ricette dell’antica e della alta cucina tipica Italina e curato direttamente da Giancarlo D’Auria, per presentarvi ciò che per gli ITALIANI e considerato il piatto principe della tavola tradizionale: La Pasta

La pasta è l’alimento base della nostra cultura, della civiltà che ha privilegiato il grano, il giardino e l’orto: per l’olio e le verdure che possono accompagnarla secondo i casi.Anche le spezie, dal sapore molto deciso, in realtà, non sono da meno secondo D’Auria.

La pasta dunque, piatto tipico mediterraneo in cui gli Italiani (Giancarlo D’Auria compreso)  si riconoscono, è un’ottima pietanza adatta ad ogni momento e così variegata che non ci si potrebbe mai stancare del suo gusto, grazie al suo stretto legame con quasi ogni ingrediente culinario da poterle associare.

La pasta secca o fresca secondo lo chef D’Auria è il sinonimo dello star bene, il più delle volte accompagnata dall’ottimo vino Italiano, un prodotto “del benessere”, anch’esso facente parte della schiera dei prodotti tipici  tradizionali di vanto delle origini della terra Italiana.

Questo piatto, prelibato e completo, ci riguarda più di ogni altro secondo Giancarlo D’Auria, come specchio della civiltà, per natura spensierata, ma allo stesso tempo riflessiva.

La pasta per noi Italiani da sempre e da sondaggi espressi nel corso degli anni, ha sepre avuto un ruolo fondamentale nella nostra cucina, ecco perchè Giancarlo D’Auria è proprio da questo alimento vuole cominciare la sua lunga divulgazione dei piaceri Italiani che devono restare per sempre intatti, senza farsi trascinare dalle innovazioni insensate del nuovo millennio che stanno rendendo i prodotti anche Italiani più scadenti, meno saporiti e spesso anche contaminati a causa di agenti chimici, rifiuti tossici, ed attualmente anche da microbatteri killer…

Per provarvi la versatilità della pasta e conquistarvi il palato, Giancarlo D’Auria vi presenterà alcune ricette tra le più variegate  che avranno tutte come ingrediente principale appunto, la pasta.

In seguito Giancarlo D’Auria, introdurrà nel blog consigli e informazioni su altri alimenti tipici della cucina del nostro paese tra cui: carne, salumi, frutta e verdure ed infine i dolci della nostra amata terra.

Lascia un commento

Giancarlo D’Auria blog professionale

Vi comunichiamo che è finalmente online il blog professionale relativo alla figura dello chef professionista Giancarlo D’Auria .

Giancarlo D’Auria è una personalità affascinante nel settore dell’alta cucina, in quanto da sempre appassionato di questo campo.

Giancarlo D’Auria è attualmente responsabile di un’azienda di catering, e dedica al suo lavoro sforzi, impagabile impegno e estrema passione.

Giancarlo D’Auria è da più di venti anni all’interno del settore della ristorazione; le sue esperienze sono numerose e prestigiose.

Leggi il seguito di questo post »

, , ,

Lascia un commento

Giancarlo D’Auria blog personale

Giancarlo D’Auria è chef professionista nonché responsabile di catering e servizi per la ristorazione. Egli è da sempre un profonde conoscitore ed  appassionato di cucina, in particolare di piatti genuini e salutari, tradizionali non solo della cucina italiana, ma si quella di tutto il Mondo. Giancarlo D’Auria si propone, attraverso il suo blog, di raggiungere la maggior parte di persone, che siano appassionate come lui di cucina e arte culinaria, e, più in generale, della vita. L’esperienza di Giancarlo D’Auria , ottenuta in anni ed anni di lavoro e sperimentazione nel campo della ristorazione, è sintesi di esperienze e segno di professionalità e passione.

Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Articolo: Giancarlo D’Auria Monegaschi, chef e responsabile catering

Comunicato stampa online su Giancarlo D’Auria

Siamo lieti di presentarvi il blog di Giancarlo D’Auria, Chef e Responsabile  Catering.

Giancarlo D’Auria Monegaschi lavora da più di vent’anni nel settore della ristorazione; ha maturato esperienze in ogni angolo del Mondo, approcciandosi sempre, di volta in volta, a nuovi Paesi, nuove culture e nuove tradizioni. La sua attitudine alla cucina denota quindi curiosità, passione per la vita, allegria: i suoi piatti sono una sintesi del suo percorso lavorativo e personale: gli Stati Uniti incontrano la Turchia, passando per i Paesi del Nord dell’Europa o dell’estremo oriente.

Leggi il seguito di questo post »

Lascia un commento

Bavarese Cocco e lime

Ingredienti:

Colla di pesce

12 gr

Latte

di cocco denso 400 gr

Lime

succo e scorza di 2

Panna

fresca 400 gr

Zucchero

semolato 100 gr!!!! Per la decorazione

Fragoline di bosco 40 gr!!!!!

Preparazione:

Mettete in ammollo la colla di pesce in una ciotola con dell’acqua molto fredda , preparatevi gli ingredienti pesati e eventualmente filtrate il latte di cocco.

Nella planetaria versate la panna fresca ben fredda e lo zucchero semolato.

Grattuggiate la scorza dei lime e spremetene uno per ottenere il succo ; versate metà del latte di cocco in un pentolino

e unitevi il succo del lime; scaldateli a fuoco molto dolce, strizzate la colla di pesce e aggiungetela al latte di cocco , spegnete il fuoco e fate sciogliere mescolando così da non formare grumi; nel frattempo la panna si sarà semimontata, potete unirvi la scorza del lime ;

Trasferite il latte di cocco tiepido in una terrina insieme al resto del latte; mescolate il tutto e aggiungetevi la panna semimontata in tre riprese , mescolandola molto delicatamente con movimento dall’alto verso il basso.

Con l’aiuto di un mestolo trasferite il composto nello stampo da plum cake della capienza di 1,3 l.

Coprite con pellicola e mettete a riposare in freezer per almeno 5-6 ore, o anche tutta la notte.

Prima di sformare la bavarese sul piatto, immergete velocemente lo stampo nell’acqua calda e poi capovolgete sul piatto di portata.

Decorate con le fragoline e le scorzette di lime e servite la bavarese fredda.

Con l’aiuto di un mestolo trasferite il composto nello stampo da plum cake della capienza di 1,3 l.

Coprite con pellicola e mettete a riposare in freezer per almeno 5-6 ore, o anche tutta la notte.

Prima di sformare la bavarese sul piatto, immergete velocemente lo stampo nell’acqua calda e poi capovolgete sul piatto di portata.

Decorate con le fragoline e le scorzette di lime e servite la bavarese fredda.

FOTO:

Ricetta Segnalata da: Giancarlo D’Auria

 

Lascia un commento

Filetto alla Wellington

Ingredienti:

1 filetto intero da 1.2 kg

burro

200 gr champignons

olio di olivaerbe miste tritate (timo, maggiorana e prezzemolo)

2 rotoli pasta sfoglia fresca

1 rosso d’uovo

50 gr Foie gras tartufato

sale e pepe nero q.b

sale e pepe q.b.

Preparazione:

In una padella che comodamente contenga il filetto fate riscaldare a fuoco alto il burro. Cuocete poi la carne girandola, per circa 15 minuti, in modo che venga piuttosto al sangue, salatela, pepatela e poi fatela raffreddare. Stendete la pasta sfoglia che avrete ritagliato a rettangolo e spargetevi, una volta freddi, i funghi affettati che avete fatto saltare in padella in un po’ di olio per qualche minuto e conditi fuori dal fuoco con sale, pepe e le erbe aromatiche. Appoggiatevi sopra il filetto che avrete spalmato con il foie gras, premendo bene i bordi della pasta e avvolgetelo poi tutto con l’altra sfoglia che chiuderete a pacchetto premendo bene ai lati con le dita in modo da sigillare bene il tutto.

Collocate il filetto in una teglia ricoperta da carta da forno decorando la sua superficie con i pezzi di pasta avanzata. Spennellate con il rosso d’uovo e fate cuocere a forno caldo a 180 gradi per circa 40 minuti. Una volta cotto, lasciate riposare il filetto per circa 5 minuti. Poi tagliatelo con un coltello a lama seghettata, per evitare che la sfoglia si sbricioli.

FOTO:

Ricetta Segnalata da: Giancarlo D’Auria

Lascia un commento

Zuppa di Gulash

Iniziamo con un classico della cucina ungherese, la Zuppa di Gulash, ottima per i freddi giorni d’inverno!

Ingredienti:

1000 g. di manzo senz’osso

1000 g. di patate, 140 g. di peperoni

80 g. di strutto 60 g. di pomodori

300 g. di cipolla

sale, comino, aglio

20 g. di paprica

6 dosi di pasta pizzicata

Preparazione:

Tagliate in cubetti di circa 1,5-2 cm. la carne che, possibilmente, dev’essere di taglio succoso (garetto, spalla, collo). Fate soffriggere nello strutto liquefatto la cipolla tritata fino a che non sarà dorata.

Abbassando la temperatura, mescolate rapidamente la paprica nello strutto e cipolla non troppo caldi, aggiungete la carne, il sale e continuate a rosolare. Se il succo della carne è evaporato, aggiungete l’aglio tagliuzzato con i semi di comino e cuocete a fuoco basso, sotto coperchio, versando sempre solo poca acqua, mescolando di tanto in tanto. La carne non deve bollire, ma cuocere in vapore con poco brodo.

Nel frattempo tagliate le patate (usando un tipo che non si stracuoce), i peperoni e i pomodori in cubetti di circa 1 cm e preparate la pasta pizzicata. Prima che la carne sia completamenta cotta, fate evaporare completamente il brodo, finchè rimane solo il fondo.

Aggiungete le patate, soffriggetele mescolando bene, poi aggiungete brodo di ossa nonchè i peperoni e i pomodori. Quando le patate sono quasi cotte, prima di servire, cuocete la pasta pizzicata in questo brodo. La quantità definitiva si regola con l’aggiunta di brodo e alla fine eventualmente si aggiunge del sale.

FOTO:

Ricetta Segnalata da: Giancarlo D’Auria

 

Lascia un commento